fbpx

Il blocco dei veicoli

Il lockdown che stiamo attraversando è un periodo difficile per tutti, ma non bisogna mai scordarsi che per fortuna finirà e ricominceremo le nostre vite normali. Ed è una nostra responsabilità farci trovare preparati per ripartire al 100% fin da subito e superare questa crisi. Ripartenza è la parola chiave di questo articolo. Siamo fermi noi, nelle nostre case, ma sono ferme anche la maggior parte delle nostre auto, parcheggiate nei garage o per strada. Ed esattamente come noi dobbiamo tenerci in buona salute cercando di fare sport “casalingo”, così anche le nostre auto dopo un periodo di fermo così lungo hanno bisogno di una buona manutenzione per ripartire.
E allora ecco i consigli di LocAuto Due per far ripartire in sicurezza tutte le vostre auto una volta terminata la quarantena!

PROBLEMA NUMERO UNO: LA BATTERIA

La batteria, soprattutto per i veicoli non di recente immatricolazione, potrebbe rappresentare una delle preoccupazioni più comuni di questo periodo. Probabilmente si tratta della prima cosa da controllare nel caso il vostro veicolo fatichi a ripartire dopo un lungo stop. Uno dei consigli più utili è quello di scollegare i terminali e collegarli a un caricatore di mantenimento. Se non lo avete ancora fatto, i possibili scenari problematici al momento del riavvio dell’auto sono due:

  • L’auto non si accende;
  • L’auto si accende a fatica e le spie di anomalia restano illuminate sul cruscotto.

Il primo caso, nonostante il veicolo non vada in moto è in realtà il “più fortunato”. Significa infatti che la batteria è soltanto scarica. Ricaricandola con i cavi magari con l’aiuto del veicolo del vicino, il problema è risolto. Se invece l’auto fatica ad accendersi e le spie restano illuminate sul cruscotto è probabile che il danno alla batteria sia più profondo e che questa vada cambiata.

GLI PNEUMATICI

Ecco un altro punto della propria auto da tenere bene sott’occhio. La pressione degli pneumatici è uno degli standard di sicurezza più importanti da controllare prima di rimettersi in strada, soprattutto dopo una sosta così lunga. Una pressione non ottimale infatti incide in modo significativo sull’aderenza del veicolo al manto stradale, causando problemi sia a livello di comfort nella guida che, più importante, sulla tenuta dell’auto che potrebbe rappresentare un grosso pericolo per sé e per gli altri.
Il nostro consiglio per questa pausa è gonfiarli a una pressione leggermente superiore a quella “normale”, che trovate sempre indicata nel libretto d’uso e manutenzione dell’auto. Inoltre, se possibile, fate compiere al veicolo piccoli percorsi per evitare le deformazioni nella gomma. Importante sarebbe anche tenere l’automobile sempre al coperto.

I LIQUIDI

Al momento della ripartenza è fondamentale assicurarsi che tutti i liquidi dell’auto siano al livello corretto. Da controllare:

  • Olio motore
  • Olio dei freni
  • Liquido refrigerante
  • Olio del servosterzo
  • Olio del cambio
  • Liquido per i tergicristalli

A questo link trovate una bella guida di Sicurauto che vi spiega per filo e per segno come controllarli in sicurezza a casa propria!

IL SERBATOIO

Lasciare un veicolo a lungo fermo con il serbatoio colmo è un errore da evitare. Ma anche il contrario non è indicato. Se si lascia la propria auto in riserva magari usandola solo per brevi spostamenti , questa “pescherà” sempre dal fondo del serbatoio, smuovendo pericolosi residui che andranno ad accumularsi nel circuito di alimentazione. In questo caso “la via di mezzo” è quella da seguire. Mantenendo il livello di carburante più o meno a metà serbatoio si eviteranno questi problemi, preservando inoltre l’eventuale corrosione dovuta all’ossigeno. Ultimo consiglio: cercate per questo periodo di utilizzare carburanti “premium”. Producono una combustione migliore, utile per smaltire i residui accumulatisi nel serbatoio dopo un lungo tempo di inattività.

ALTRI CONSIGLI UTILI

Sicuramente è cosa buona e giusta una bella pulizia profonda dentro e fuori, sempre un’ottima idea per la vostra auto ma anche per passarsi un pomeriggio in queste giornate primaverili. Una volta pulita, se non avete a disposizione uno spazio chiuso munitevi di un telo copri auto. Basta questo per proteggere la vernice e le plastiche della vostra auto dall’esposizione prolungata ai raggi UV. Inoltre, se possibile parcheggiate lontano da zone alberate, e se l’auto si trova “in piano” non tirate il freno a mano, è deleterio.

PROROGA SCADENZE

In seguito all’emergenza causata dalla pandemia di Covid-19, alcune regioni hanno deciso di prorogare i vari termini previsti per le nostre automobili in condizioni normali. Ci riferiamo al cambio gomme, alla revisione e al pagamento di bollo e assicurazione. Vediamo nel dettaglio la situazione nella nostra regione, il Piemonte.

Bollo

Ecco quello che comunica il sito ufficiale della Regione Piemonte: Per agevolare i cittadini nel periodo di emergenza sanitaria legata al Covid-19, la d.g.r. n. 1-1153 del 23/03/2020 ammette al pagamento senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi i contribuenti che provvedano entro il termine del 30 giugno 2020 al pagamento tardivo delle tasse automobilistiche, il cui pagamento è dovuto di solito nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.
In breve, avete tempo fino al 30 giugno per il pagamento del bollo senza incorrere in sanzioni.

Assicurazione

In seguito al decreto “Cura Italia” la validità delle assicurazioni auto con scadenza fino al 31 luglio 2020 ha subito una proroga di quindici giorni, portando a trenta il totale dei giorni di copertura dopo la naturale scadenza della polizza. Vi ricordiamo anche che i veicoli tenuti fermi in aree private non hanno bisogno di essere assicurati.

Revisione

Anche l’obbligo di revisione è stato prorogato. I veicoli che sarebbero dovuti essere sottoposti a revisione entro il 31 luglio 2020 potranno essere revisionati fino al 31 ottobre 2020. Vi ricordiamo però che la revisione non è soltanto un obbligo legislativo, ma un check completo dello stato del nostro veicolo, imprescindibile per guidare in completa sicurezza.

Patente

Come comportarsi in caso di patente scaduta? Nel caso la vostra patente sia scaduta prima del 31 gennaio 2020 non potete circolare, rischiate le normali sanzioni amministrative. Se invece la vostra patente è scaduta dopo il 31 gennaio 2020, l’obbligo di rinnovo è stato prorogato fino al 31 agosto 2020, quindi potete circolare tranquillamente in regola fino a quella data.

Cambio pneumatici

Non c’è ancora nulla di ufficiale nel Decreto Cura Italia. Il termine ultimo per il cambio dalle gomme invernali a quelle estive è fissato per il 15 maggio. È ipotizzabile una proroga di almeno un mese, ma il governo non si è ancora espresso a riguardo.

Iscriviti alla Newsletter



Letta l'informativa Regolamento Europeo privacy 2016/679 presto il consenso per il trattamento dei miei dati personali ai fini dell'erogazione del suddetto servizio essendone condizione necessaria*



Acconsento al trattamento dei miei dati per l'invio di messaggi e iniziative promozionali e pubblicitarie






Richiedi Preventivo



Letta l'informativa Regolamento Europeo privacy 2016/679 presto il consenso per il trattamento dei miei dati personali ai fini dell'erogazione del suddetto servizio essendone condizione necessaria*



Acconsento al trattamento dei miei dati per l'invio di messaggi e iniziative promozionali e pubblicitarie






Articoli Correlati